21 dicembre 2005

...è più prosa che poesia.


Peaceful thinking
Originally uploaded by Iguana Jo.
Ok. Parliamo del natale.
Perché diciamocelo, parlare del natale serve soprattutto ad esorcizzarlo, che arrivati al 21 del mese ormai non se ne può già più.

Oh, non fraintendetemi.
Il natale è una bella cosa: si sta a casa dal lavoro, si vedono i parenti, i bambini aspettano i regali, ...altro? Ah sì. si mangiano i tortellini di mia suocera. E poi? Poi è finito, e ci si può immergere in quell'altro incubo, "cosa fai l'ultimo dell'anno?".

Non sono religioso, non mi frega nulla del vortice consumista, non mi interessa l'albero e men che meno il presepe. Credo che l'obbligo dei regali sia un'inutile vessazione (che i regali si fanno se si ha voglia di farli, e non così, che che tu abbia voglia o meno ti tocca e non rompere).

E poi vogliamo parlare della fantomatica atmosfera natalizia? Che non si vede in giro tanta gente esaurita come nella settimana che precede il lieto evento. Che basta andare a comprare un litro di latte al supermercato che devi essere pronto alla rissa per la fila alla cassa, che sembra che improvvisamente i parcheggi siano l'ultima trincea, da arrivarci a manetta, minacciare i dintorni con sguardi infuocati e da abbandonare solo a prezzo della vita, che inizi ad odiare tutti, amici o parenti che siano, solo perché ti obbligano a trovargli il regalo giusto.
E allora io dico no, grazie. Ci rinuncio. E il mio natale ritorna ad essere quello che dicevo sopra: a casa dal lavoro, riunioni di famiglia, bimbi contenti e tortellini.

E il resto?

Beh... il resto se lo cucca Annalisa, che invece per quel Natale c'è tagliata molto più di me.
Sono un uomo fortunato, eh!?

12 commenti:

  1. Io la sera di Natale lavoro. E pure a Capodanno. Così mi faccio un botto di soldi (relativamente parlando), mi tengo impegnato, non penso al fatto di "dovermi" divertire ad ogni costo e -se il signoredeicieli vuole - me ne vado una settimana in vacanza a febbraio.
    E buone feste.

    RispondiElimina
  2. PS: il mio blog è agonizzante.
    Sto pensando di suicidarlo.
    però c'è ancora una marea di stronzate.
    Buon divertimento.
    Se ti va.

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordo: un paio dei miei capodanni migliori li ho iniziati andando a lavorare (birrerie/ristoranti vari). Soldi a palate (rispetto allo standard) e niente tunnel caparezziano. Meglio di così..

    Oh, sono andato sul tuo blog. È vero c'è una marea di stronzate, leggibili però. Ho anche provato a lasciarti un ricordo ma non riesco a visualizzarlo.
    BTW secondo te che post ho scelto, così, dal titolo nei previous post?

    Come ti scrivevo lì, fammelo sapere se hai intenzione di resuscitare, che suonato come sono non so se me ne accorgerei altrimenti, e mi piacerebbe leggerti ancora.

    RispondiElimina
  4. noooooooooooooooooooo! bastardo!
    dovevo scriverlo prima io il post sul Natale!
    occhei vado scrivo e ti stendo.
    ps: io l'ultimo dell'anno mi divertirò un casino, alla faccia vs.
    venali.
    adesso vado a leggere Mr.JSP che sono proprio curiosa...

    RispondiElimina
  5. Ragazzi, cosa devo farci se a me il Natale piace?
    Mi piace come a un bambino (come dire ci sono un po' rimasta in mezzo)
    Adoro fare l'albero. L'8 di dicembre (e non sono mica religiosa, eh)
    Adoro fare il presepe. Adesso c'ho la scusa che lo faccio insieme ai bimbi ma alla sera quando loro sono a letto vado di nascosto a ritoccare le imperfezioni nel muschio e cosi via...
    Adoro fare i pacchettini, i bigliettini, le decorazioni, i regalini... beh, anche mangiare i tortellini.

    Ecco sull'essere più buona avrei qualche perplessità ;-)

    Insomma a me il Natale piace (tranne quando il pranzo lo facciamo dai parenti a Bolzano che i tortellini fanno cagare)

    RispondiElimina
  6. Io sono solo contenta che oggi è il solstizio d'inverno e da domani le giornate cominciano ad allungarsi. Yeppe!!!

    ps: bellissimo il messaggio che Stefano ha mandato in lista :)

    RispondiElimina
  7. JPS:
    strategico.
    puntuale come il treno quando tu sei in ritardo.
    così non sono riuscita a leggere niente.
    e perchè l'hai suicidato?
    eh?

    RispondiElimina
  8. Lui son contento di essere arrivato primo. Che se avessi letto il tuo poi non ce l'avrei fatta...

    JSP e dai! forza! che è, c'hai la depressione da festività? Sentiti dio per una volta, resuscita quel blog.
    Rimango in paziente attesa.

    Annalisa tutto è relativo, tutto è relativo...

    Selene c'hai proprio ragione. Anzi, mo lo copio e incollo. Non so chi sia l'autore, e mi spiace non potergli attribuire le colpe che si merita! :-)

    Please accept with no obligation, implied or implicit, my best wishes for an environmentally conscious, socially responsible, low stress, non-addictive, gender neutral, celebration of the winter solstice holiday, practiced within the most enjoyable traditions of the religious persuasion of your choice, or secular practices of your choice, with respect for the religious/secular persuasions and/or traditions of others, or their choice not to practice religious or secular traditions at all . . . and a fiscally successful, personally fulfilling, and medically uncomplicated recognition of the onset of the generally accepted calendar year 2006, but not without due respect for the calendars of choice of other cultures whose contributions to society have helped make your country great, (not to imply that your country is necessarily greater than any other country, and without regard to the race, creed, color, age, physical ability, religious faith, choice of computer platform, or sexual preference of the wishee.
    _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

    By accepting this greeting, you are accepting these terms. This greeting is subject to clarification or withdrawal. It is freely transferable with no alteration to the original greeting. It implies no promise by the wisher to actually implement any of the wishes for her/himself or others, and is void where prohibited by law, and is revocable at the sole discretion of the wisher. This wish is warranted to perform as expected within the usual application of good tidings for a period of one year, or until the issuance of a subsequent holiday greeting, whichever comes first. Notice: The above, which may, or may not be, a message, does not, and is not intended to be, a recommendation from the firm of Marley, Scrooge and Cratchit, to have, or not to have, a happy, or any other kind, of holiday, or which one to have, or not to have. Such advice can only be given by a licensed spiritual professional, or ghost. MS&C are not, and will not be held liable for damages arising from people having, or attempting to have, or not having, or attempting to not have, a happy holiday.

    RispondiElimina
  9. oooh uffa. A me sta gente che ha moglie, figli e TORTELLINI e si lamenta del Natale mi fa rabbia, ecco.

    Provate a fare Natale-Capodanno e ad essere single, ecco. (E per di piu', attorno a Natale sul mio posto di lavoro il lavoro sparisce perche' sono tutti a gozzovigliare e a godersi i bonus e a me mi mandano a casa prima e niente soldi, sniff).

    E nonostante quello, a me il Natale piace: mi piace l'albero, mi piacciono le lucine, mi piace perfino fare regali, che poi essendo quella che sono li faccio a chi voglio e gli altri si ciucciano.

    RispondiElimina
  10. C'hai ragione Anna, ragionissima!
    Il confronto delle rispettive situazioni familiari è uno dei motivi per cui questo genere di festività mi da noia. L'obbligare persone a sentirsi inadeguate alla festa è odioso.

    Continuo a tenermi i tortellini, e i regali per i bambini, continuo a stare a casa volentieri dal lavoro, ma per il resto il natale è una delle feste più terribili del calendario.

    RispondiElimina