01 marzo 2006

La televisiun la t'endormenta cume un cuiun.


lomotv
Originally uploaded by -Ant-.
Stasera vi passo una citazione dal libro che ho appena finito di leggere.
Ah... nel caso rimanesse qualche dubbio, per me David Foster Wallace è un genio. (nonostante Infinite Jest mi abbia lasciato un po' così).

...se la televisione può attirare a sé [lo spettatore qualunque] attraverso l'ironia e le battute che capisce solo chi già conosce il programma, può dare sollievo a quella dolorosa tensione fra il bisogno che ha [lo spettatore qualunque] di trascendere la folla e la sua inevitabile condizione di membro del Pubblico. Perché nella misura in cui la televisione può lusingare [lo spettatore qualunque] facendogli credere di poter "guardare al di là" della presunzione e dell'ipocrisia di valori ormai sorpassati, essa riesce a suscitare in lui la stessa esatta sensazione di astuta superiorità che gli ha insegnato a desiderare con così tanta forza, e può tenerllo in uno stato di dipendenza da quel modo cinico di guardare la tv che è il solo a permettergli di provare quella sensazione.
(estratto da E Unibus Pluram: Gli scrittori americani e la televisione, in Tennis, tv, trigonometria, tornado, David Foster Wallace, 1999 Minimum fax, trad. Christian Raimo & Martina Testa)

1 commento:

  1. deliriocinefilo31 luglio 2007 17:09

    anche per me è un genio, pur'io ho fatto un post su di lui, ora voglio leggere Ballard...
    complimenti per il blog!

    RispondiElimina