04 luglio 2017

Letture: Dissipatio H.G. di Guido Morselli

Se dovessi pensare a un trittico ideale di romanzi che raccontano la fine del mondo, molto diversi tra loro ma tutti caratterizzati da una scrittura sopraffina, e che rappresentano ognuno un approccio specifico e riconoscibile al tema, piazzerei sul versante americano dell’ipotetico triangolo La Strada, di Cormac McCarthy (sentimenti forti, epica del viaggio, lo spettacolo della natura, per quanto distrutta e morente), mentre gli altri due lati verrebbero senz’altro occupati da Specchi neri, di Arno Schmidt (una fine morbida, un nichilismo quasi allegro, e decisamente tedesco, con la campagna splendidamente disabitata dopo l’orrore) e da Dissipatio H.G. di Guido Morselli.

Ci ho messo anni ad arrivare a quello che molti ritengono il capolavoro di Guido Morselli: Dissipatio H.G. era una presenza costante ai margini della percezione, un titolo che periodicamente ritornava, citato da amici più o meno in sintonia con i miei gusti, più o meno vicini nelle frequentazioni librarie, dentro e fuori la letteratura di genere. Ma Dissipatio H.G. non mi è mai capitato tra le mani, forse per una scarsa sincronia tra la periodica ricerca attiva del volume e l’effettiva disponibilità del libro nei luoghi dove lo cercavo. Finalmente qualche mese fa sono riuscito a trovarne una copia usata in una libreria modenese e nonostante la coda di lettura tendente all’infinito, ha preso il sopravvento la voglia di capire perché questo testo è ritenuto fondamentale da parecchi lettori di cui mi fido.

Bastano poche pagine per capire perché il romanzo di Guido Morselli ha tanti estimatori.
Dissipatio H.G. è una sorta di unicum nella produzione letteraria nostrana: un romanzo che per scrittura, profondità, complessità e ambizione potrebbe essere tra i vertici della letteratura italiana del ‘900 e insieme, un romanzo che pur facendo di tutto per distanziarsene fa propri tutti i più classici temi e situazioni della letteratura di genere.
Dissipatio H.G. racconta in forma di monologo l’improvvisa scomparsa del genere umano. Il protagonista reagisce alla sorpresa attraversando tutto lo spettro delle umane emozioni e affrontando la situazione con gli approcci più diversi (ricordando, esplorando, distruggendo, immaginando), riflettendo nel frattempo su quel che era, su quel che è, su quel che sarà, di se stesso, e dell’umanità scomparsa.
Dissipatio H.G. è un romanzo esistenzialista, un’opera apocalittica, un pamphlet nichilista, un amara riflessione sul nostro ruolo, un libro politico, un grido d'aiuto, una guida alla sopravvivenza alla modernità. Un’anarchica (e letteraria!) resa all’ineluttabilità del potere della maggioranza (economico, culturale, politico) e all'inevitabile necessità della gente, per rimandare la fine.
Un capolavoro.


6 commenti:

  1. D'accordo dalla prima lettera all'ultima. Devo procurarmi, però, il romanzo di Arno Schmidt, Specchi Neri. Personalmente aggiungerei «La nube purpurea», profondamente e meravigliosamente inglese nel profondo, assoluto e ordinato caos del mondo privo di umanità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sentito parlare spesso de La nube purpurea, e prima o poi me lo leggerò, tu però nel frattempo leggiti Specchi neri, credo lo amerai parecchio!

      Elimina
  2. ... Di Matthew Shiel, dimenticavo. Edito in Italia da Adelphi.

    RispondiElimina
  3. Anche a me con Morselli è capitata la stessa cosa e grazie al tuo post mi hai risvegliato il desiderio di leggerlo.
    Tanto per aggiungere libro a libro non posso esimermi da segnalarti i racconti di John Cheever: America borghese dagli anni '40 fino agli anni '70 (morì nel 1982) e le sue inquietudini raccontate con una scrittura piana e mai banale.
    "Il nuotatore" per me è uno dei più bei racconti mai letti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco Cheever di fama, ma non l'ho mai letto.
      Io segno, ma, uff… troppi libri, davvero troppi libri…

      Elimina
  4. Mi permetto di suggerirti una scorciatoia verso la brevità; puoi trovare in e-book solo questo racconto:

    https://www.amazon.it/Il-nuotatore-John-Cheever-ebook/dp/B009LN1894/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1500231042&sr=8-1&keywords=il+nuotatore

    RispondiElimina